Questa estate il mio orto ha prodotto davvero tantissime zucche. Non avevo nessuna voglia di fare le solite ricette a base di zucca e quindi mi sono messa ai fornelli per cercare di cucinare qualcosa di assolutamente nuovo da portare durante le escursioni in montagna o per merenda per i miei bimbi.  Ecco a voi il risultato veramente sfizioso!

 

Ingredienti:

300ml di latte parzialmente scremato (in alternativa latte di cocco o latte di mandorle)

1 cucchiaio colmo di maizena

1-2 cucchiai di zucchero di canna biologico

1 tazza grande (da 250ml per intenderci) di cocco disidratato biologico

2 cucchiai da minestra colmi di olio di cocco biologico vergine

1 tazza di purea di zucca butternut (ho utilizzato circa 600g di polpa dii zucca cruda)

 

Procedimento:

Grattugiate la zucca, stendetela su carta da forno e cuocetela in forno a 170° per 20 minuti, affinchè sia ammorbidisce. Dopodiché passate la zucca nello schiacciapatate.

Prendete un pentolino, aggiungete il latte, maizena e zucchero di canna e cuocete per un quarto d’ora. Aggiungete il cocco disidratato, l’olio di cocco biologico e aggiungete la tazza di purea di zucca preparata precedentemente. Cuocete per altri 15-20 minuti a fuoco medio per asciugare il tutto.

Prendete la carta da forno e stendete l’impasto dell’altezza di circa 1 cm. Ponete in forno ventilato e riscaldato a 50° e fate asciugare. Se avete un essiccatore, asciugate per circa 8-10 ore a 50°.

Prima che sia del tutto secco, tagliate l’impasto della grandezza che volete e finite l’asciugatura.

Lasst es euch schmecken 😉

 

CURIOSITA’ SULLA ZUCCA:

L’origine di questo ortaggio a frutto è incerto ma si suppone sia originario dell’America Centrale. A causa del suo gusto dolciastro, la zucca viene spesso erroneamente esclusa dalla dieta, ma è invece è anche indicata nelle diete dimagranti. Per il suo consistente contenuto in provitamina A, il notevole contenuto di fibre e sali minerali importanti come calcio e fosforo, la rende particolarmente indicata per la salute dell’intestino e della pelle.

 

No Comment

Comments are closed.